Dal Mondo: I 7 relitti più spettacolari

Dalle gelide acque della Scozia, alla barriera corallina: ecco dove riposano questi relitti

C’è qualcosa nei relitti che stuzzica l’immaginazione e che incuriosisce l’uomo. Forse è il pensiero terribile di una nave che affonda e che trascina con sé molte vite umane o forse è l’idea che velieri gloriosi, che un tempo solcavano i mari di tutto il mondo, oggi riposano silenziosi sul fondale marino. Non importa quale sia la ragione, quello che conta è che i relitti suscitano un’attrazione magnetica su tanti sommozzatori e fotografi.

E allora ecco una selezione dei luoghi sottomarini più suggestivi del pianeta.

Relitto facile da raggiungere

U.S.S. KittiwakePerché: le acque calme ti permettono lunghe immersioni

Dove: Isole Cayman

Questa è la nave ideale per tutti gli esploratori che vogliono vivere l’esperienza di vedere un relitto per la prima volta. Affondata al largo di Seven Mile Beach nelle isole Grand Cayman nel 2011, la nave battezzata Gabbiano, lunga 76.5 m, è stata ripulita e svuotata prima che affondasse. Porte e portelloni sono stati rimossi, garantendo sempre, in ogni stanza, una via di fuga. I più esperti sommozzatori in possesso di certificazione possono penetrare in tutti e cinque i livelli della nave. La timoneria e la bussola si trovano a una profondità meno impegnativa. Le camere iperbariche e la campana artificiale subacqua sono invece luoghi che non potete perdere.

U.S.S. Kittiwake
U.S.S. Kittiwake

Il più grande al mondo

S.S. President Coolidge

Perc: nave militare, di facile accesso, percorsi ben segnalati. La Coolidge è come una stazione sciistica, ce n’è per tutti!

Dove: Esperitu Santo, Venuatu

Lunga più di 200 metri questa nave ha decine di percorsi ben segnalati praticabili da tutti: principianti, intermedi e avanzati. È il più grande relitto al mondo e vi si accede anche dalla spiaggia al largo dell’isola di Espiritu Santo, Vanuatu. I sommozzatori meno esperti devono puntare dritti verso l’arco, un picco superficiale a 20m di profondità. A 33m di profondità invece avrete la possibilità di trovare fucili, maschere antigas e caschi. Prendete confidenza con queste aree e poi fatevi portare dalle guide esperte più in profondità in un incredibile tuffo nelle due stive e nella stanza di forniture mediche.

S.S. President Coolidge
S.S. President Coolidge

Dove: Key West, Florida

Per i sub di livello avanzato l’immersione inizia con una discesa in uno degli 11 vani ascensore che danno la possibilità di visitare ogni piano. Abbattuto nel 2009 al largo della costa di Key West, in Florida, questo relitto è stato messo in sicurezza: molte porte sono state rimosse e sono stati aggiunti dei punti di fuga strategici. Durante la vostra immersione potrete incontrare una cernia lunga 2 metri che qui ha preso dimora e vi imbatterete anche nelle numerose parabole satellitari della nave. Il relitto inoltre è stato il luogo delle riprese del film fantascientifico Virus.

U.S.N.S. General Hoyt S. Vandenberg
U.S.N.S. General Hoyt S. Vandenberg

Per gli amanti delle acque gelideS.M.S. Coln
Perchè: un relitto ricco di storia

Dove: Scozia

“Se non ami il freddo è forse arrivato il momento di trovarti un altro passatempo” dice Kieran Hatton istruttore presso la Scapa Scuba che lavora nelle gelide acque al largo delle isole Ocradi nel nord della Scozia. In questi fondali giace la nave tedesca WW1, che fu affondata nel 1919. L’incrociatore tedesco riposa sul suo lato di dritta a 36m di profondità. Perché visitarlo? “Avrai l’occasione di vedere le linee e le forme di una nave costruita all’inizio del XX secolo” dichiara Kieran e inoltre continua ”se sei fortunato, potrai scorgere anche delle pistole del tempo…erano grosse quanto un braccio!”.

Animazione 3d del relitto S.M.S. Coln
Animazione 3d del relitto S.M.S. Coln

La dimora di molti pesciS.S. Yongala
Perchè: tantissimi pesci vivono in questa nave e ciò rende magica l’immersione

Dove: Australia

Durante l’immersione potrete scorgere tantissime aquile di mare tutte in fila una dopo l’altra sul ponte della SS Yongala, mentre una cernia gigante del Queensland pattuglia la poppa. Serpenti di mare, tartarughe e pesci pagliaccio si riuniscono su questa nave a vapore che è stata affondata da un ciclone nel 1911 nelle vicinanze della grande barriera corallina australiana. Per trovarla è necessario andare a 12 miglia nautiche al largo di Capo Bowling Green in Queensland. La profondità di 28m e la probabilità di incontrare forti correnti rendono questa immersione un viaggio per esperti.

S.S. Yongala
S.S. Yongala

Il più bel relitto per gli amanti delle motociclette vintageS.S. ThistlegormPerchè: la nave mercantile ospita ancora un bel bottino: la WW2!

Dove: Egitto

Immersione non adatta a chi soffre di claustrofobia. La nave offre stanze ricche di reperti bellici. Nel 1941 la nave mercantile inglese è stata colpita da due bombe e affondata nel Mar Rosso, vicino a Sharm el-Sheikh in Egitto. È un vero relitto bellico con ancora gran parte del suo carico a bordo. I sommozzatori avranno la possibilità di toccare con mano un camion Bedford e vedere da vicino una vera e propria flotta di Norton 16H. È un’immersione che può essere mentalmente e fisicamente molto impegnativa. Il relitto giace a una profondità di 30 m e a causa della sua posizione è facile perdere l’orientamento.

S.S. Thistlegorm
S.S. Thistlegorm

Miglior relitto ricco di carri armatiSan Francisco Maru
Perchè: carri armati vintage e numerosi pesci abitano questo relitto

Dove: Micronesia

Soprannominato il relitto da “un milione di dollari” la San Francisco Maru fu affondata nei pressi delle isole Eten Anchorage (Micronesia) nel 1944 mentre trasportava un carico di cisterne, camion, mine e bombe. La nave è stata scoperta nel 1969 da Jacques Cousteau, rinomato palombaro francese. Da allora è diventata una meta molto popolare per chi ama immergersi in cerca di spettacolari relitti. Una delle sue attrazioni più sorprendenti sono i 3 carri armati leggeri giapponesi Type-95 che ancora giacciono sul ponte. Potrete scovare anche mine e torpedinieri. Mi raccomando, non toccate niente!

Shinkoku Maru
Shinkoku Maru

Il miglior relitto per i non-subEduard Bohlen
Perchè: la Skeleton Copas vi ricorda l’immensa potenza del mare

Dove: Namibia

Non lasciatevi ingannare. Solo perché non c’è bisogno di immergersi questo relitto non è di facile accesso. Ecco la testimonianza del fotografo Christian Ghammachi: “è quasi impossibile da raggiungere. Per arrivare nella zona dei relitti è necessaria una licenza, una guida e, come se non bastasse, un veicolo speciale”. Questo relitto si è arenato nel 1909 a causa di una fitta nebbia e del mare in burrasca. Oggi giace a sud della Namibia nella Skeleton Coast, un luogo inospitale e famoso per essere ricco di relitti, un vero e proprio cimitero sulla terra ferma. La nave si trova a circa 800 metri nell’entroterra e mostra con evidenza sconcertante quante volte l’uomo sia stato impotente contro le forze dell’oceano.

Relitto Eduard Bohlen in Namibia
Relitto Eduard Bohlen in Namibia
Fonte: © CHRISTIAN GHAMMACHI/ Redbull.com

About mayaegitto